Ultima modifica: 10 Settembre 2021
Liceo Statale "A. Serpieri" > News > Comunicato n. 22 – Modalità di svolgimento delle attività didattiche e orario delle lezioni. Regole e avvertenze

Comunicato n. 22 – Modalità di svolgimento delle attività didattiche e orario delle lezioni. Regole e avvertenze

COMUNICATO N. 22

Rimini, 10 settembra 2021

Alle studentesse e agli studenti

Ai loro genitori

e, p.c., al personale docente ed ATA

Oggetto: Modalità di svolgimento delle attività didattiche e orario delle lezioni. Regole e avvertenze

Orario definitivo e scansione delle lezioni:

1a 7:55 – 8:55
2a 8:55 – 9:55
3a 9:55 – 10:55 (ricreazione per le classi non in elenco nella riga successiva dalle 9:55 alle 10:10)
4a 10:55 – 11:55 (ricreazione per tutte le classi del Liceo Artistico e per le sole classi 1P, 2L, 2P, 3L, 3P, 4L, 4N, 4P, 5L, 5P del Liceo Scientifico dalle 10:55 alle 11:10)
5a 11:55 – 12:55
6a 12:55 – 13:55
7a solo in alcune giornate di lezione per il liceo scientifico ad indirizzo sportivo

L’orario interno di ciascuna classe sarà disponibile sul sito, nella sezione “studenti”

Emergenza COVID-19

Esistono una serie di prescrizioni attualmente vigenti e collegate all’emergenza pandemica:

  • Obbligo di uso della mascherina chirurgica: non risultano più ammesse le mascherine di comunità. Si ricorda che lo Stato fornisce mascherine a norma che vengono rese disponibili dalla scuola. Chi accede agli spazi, anche esterni, della scuola deve avere già indossato correttamente (coprendo tanto il naso quanto la bocca) la mascherina. Si precisa che sono eventualmente ammesse mascherine (come le FFP2) di categoria superiore a quelle chirurgiche, purché non dotate di filtro. La mascherina può essere tolta soltanto nel caso in cui si assumano alimenti e bevende, in questo caso mantenendo una distanza di sicurezza dagli altri.
  • Nel caso di contagio da SarS-Cov-2 (corona-virus responsabile del COVID-19), la riammissione a scuola sarà disposta dall’autorità sanitaria: di norma, sarà prevista l’esecuzione di un tampone a cui deve seguire la presentazione di un certificato redatto dal Medico di Medicina Generale o dal Pediatra di Libera Scelta.
  • Occorre evitare gli assembramenti: tale regola vale anche nelle pertinenze esterne dell’edificio.
  • E’ previsto l’obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37,5°C ) o altri sintomi influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria.
  • Prima dell’accesso nell’Istituto o durante la permanenza nelle strutture del Liceo, si potrà essere sottoposti al controllo della temperatura corporea.
  • Lavarsi spesso le mani facendo uso di soluzioni idroalcoliche, che vengono messe a disposizione dalla scuola.
  • Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.
  • Evitare abbracci e strette di mano.
  • Mantenere possibilmente, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro (si precisa che tutte le aule del Serpieri sono state testate e consentono un distanziamento fra le rime buccali di ciascun alunno di almeno 1 metro in condizione statica).
  • Osservare le regole di igiene respiratoria (non starnutire e/o tossire se non nella mascherina o in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie).
  • Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva.
  • Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.
  • Non prendere farmaci antivirali né antibiotici a meno che siano prescritti dal medico;
  • Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o di alcol.
  • Le regole esposte potranno variare o essere integrate in funzione delle modifiche normative.

Assenze, ritardi, uscite anticipate degli studenti

Si evidenzia che:

  • E’ ammesso l’uso del libretto delle giustificazioni dell’anno precedente(classi 2e – 3e – 4e e 5e). Chi lo avesse smarrito o esaurito dovrà comunicarlo all’ufficio alunni.
  • La giustificazione di assenze/ritardi e il rilascio dei permessi di uscita anticipata dovranno essere effettuati tramite il libretto in dotazione di ciascuno studente.
  • Lo studente assente dalle lezioni non potrà essere riammesso a scuola senza la giustificazione di un genitore (o di chi ne fa le veci); NON è invece necessario produrre il certificato medico per la riammissione a scuola dopo 5 giorni di assenza, salvo il caso di riammissione dopo positività COVID o quarantena.
  • La firma del genitore dovrà essere conforme a quella nota alla scuola. Nel caso in cui i genitori prevedano che il ritiro anticipato del figlio possa avvenire frequentemente da parte di una specifica terza persona, possono far richiesta in segreteria alunni di segnalare il nominativo sul libretto delle assenze.
  • TUTTE le richieste di permessi ( entrata posticipata -uscita anticipata), al di fuori di quelle in cui sia presentata una delega estemporanea da parte di un genitore ad una terza persona, saranno gestite e giustificate direttamente dal docente della classe in caso di assenza del dirigente o del primo collaboratore Prof.ssa Silvegni; l’uscita degli alunni minorenni sarà comunque permessa solo in presenza di un genitore o di un adulto con delega (comunicazione firmata di un genitore e fotocopia di un documento di identità).
  • Non saranno consentiti ingressi in ritardo dopo le ore 9:55.
  • Le richieste di uscita anticipata per motivi di trasporto, presentate dai genitori su apposito modulo, saranno autorizzate solo nei casi in cui non possano essere utilizzate altre linee e dopo aver compiuto le opportune verifiche sugli orari dei mezzi pubblici.
  • Si anticipa che a breve verrà predisposto un sistema di giustificazioni delle assenze mediante il registro elettronico.

Esigenza regolarità nella frequenza delle lezioni

La regolarità della frequenza scolastica contribuisce senza dubbio a sostenere l’apprendimento e il profitto scolastico degli studenti. La tipologia della frequenza (regolare/non regolare) costituisce peraltro un indicatore importante per la valutazione del comportamento (voto di condotta).

Il Regolamento relativo alla Valutazione degli alunni (D.P.R. n. 122/2009) prevede che “…ai fini della validità dell’anno scolastico, compreso quello relativo all’ultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato”. Sono concesse deroghe per assenze documentate e continuative “a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del Consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati”.

Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe, comporta l’esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all’esame finale.

Nel calcolo delle assenze debbono essere computati sia gli ingressi posticipati sia le uscite anticipate.

Divieto assoluto di fumo

E’ vietato fumare: la legge n. 128 dell’8 novembre 2013 estende anche alle aree “all’aperto” di pertinenza delle istituzioni il divieto di cui all’articolo 51 della legge 16 gennaio 2003, n. 3 (fumo negli edifici pubblici).

Pertanto deve essere chiaro che è vietato fumare sia in tutti gli ambienti interni sia nelle aree esterne dell’edificio. Il divieto si applica agli studenti di tutte le età ed al personale. I contravventori sono soggetti a sanzione pecuniaria a termini di legge.

Divieto di uscita al di fuori degli spazi esterni

E’ vietato uscire, per tutta la durata delle lezioni, al di fuori dei cancelli della scuola.

Inoltre, salvo l’autorizzazione allo svolgimento all’esterno della ricreazione da parte di ogni singolo docente, agli studenti non è consentito permanere fuori dall’edificio.

Uso di cellulari

L’uso di cellulari, smartphone e dispositivi connessi ad Internet può essere ammesso soltanto laddove sia previsto per fini strettamente didattici (ad esempio, uso del registro elettronico e reperimento di materiali ed informazioni utilizzati nel contesto di una lezione da parte dei docenti ed alunni) e conseguentemente espressamente autorizzato da ogni singolo docente.

Si riporta inoltre il parere del Garante della privacy, che nel vademecum “La privacy a scuola. Dai tablet alla pagella elettronica. Le regole da ricordare” si esprime così:

L’uso di cellulari e smartphone è in genere consentito per fini strettamente personali, ad esempio per registrare le lezioni, e sempre nel rispetto delle persone. Spetta comunque agli istituti scolastici decidere nella loro autonomia come regolamentare o se vietare del tutto l’uso dei cellulari. Non si possono diffondere immagini, video o foto sul web se non con il consenso delle persone riprese. E’ bene ricordare che la diffusione di filmati e foto che ledono la riservatezza e la dignità delle persone può far incorrere lo studente in sanzioni disciplinari e pecuniarie o perfino in veri e propri reati. Stesse cautele vanno previste per l’uso dei tablet, se usati a fini di registrazione e non soltanto per fini didattici o per consultare in classe libri elettronici e testi on line”.

Per gli studenti delle classi V: si ricorda che l’uso di cellulari, smartphone e dispositivi connessi ad Internet durante le prove scritte dell’Esame di Stato può comportare l’esclusione dalla prosecuzione di tutte le prove.

Sanzioni

I trasgressori dei comportamenti indicati nella presente circolare saranno soggetti alle sanzioni previste dalle norme vigenti e dal Regolamento di Istituto.

Biciclette, motocicli, oggetti di proprietà degli studenti

E’ vietato parcheggiare motocicli e biciclette su passaggi pedonali, marciapiedi, spazi prospicienti cancelli, ingressi in genere e uscite di sicurezza; sia nel parcheggio del Glicine sia in quello pubblico dovranno essere lasciati nelle apposite zone di sosta ed in modo ordinato. E’ vietato inoltre ancorare biciclette e mezzi al corrimano della rampa per disabili.

Poiché non è possibile assicurare alcuna forma di vigilanza da parte della scuola, tutti gli studenti sono invitati a custodire i propri mezzi di trasporto con adeguata cura e con chiusure di sicurezza.

Si raccomanda di non lasciare nei locali scolastici oggetti di proprietà personale. Particolare attenzione si dovrà avere in palestra, considerato che le palestre sono utilizzate da più scuole al mattino e da soggetti esterni in orario extrascolastico.

Si consiglia di dotarsi di un marsupio, per riporre oggetti di valore da portare con sé quando vengono svolte lezioni all’esterno.

Il non ritrovamento di oggetti di proprietà personale non potrà comportare responsabilità da parte della scuola. Gli studenti sono pertanto invitati a non portare a scuola oggetti di valore e comunque a curarne personalmente la custodia.

Comunicazione indirizzo e-mail della famiglia. Comunicazioni scuola-famiglia

Il Liceo, nell’ambito del piano di dematerializzazione richiesto alla pubblica amministrazione (riduzione del cartaceo e incremento di comunicazione con il ricorso a strumenti informatici e a internet), prevede l’uso del registro digitale (https://www.scuolawebromagna.it o tramite il link sul sito della scuola).

Al fine di sviluppare le comunicazioni on line e via internet tra scuola e famiglia, si chiede ai genitori di comunicare tempestivamente eventuali variazioni dell’indirizzo e-mail fornito all’atto dell’iscrizione (la comunicazione potrà essere effettuata nel corso del primo consiglio di classe in cui saranno presente i genitori). E’ inteso che l’indirizzo e-mail sarà utilizzato esclusivamente per le finalità istituzionali proprie del Liceo Serpieri.

È inteso altresì che le comunicazioni di interesse generale saranno pubblicate sul sito del Liceo (www.liceoserpieri.it); anche il registro elettronico concorre ad assicurare l’informazione tempestiva alle famiglie.

Grazie per l’attenzione e per la collaborazione.

Il Dirigente scolastico

Francesco Tafuro

(firma autografa sostituita a mezzo stampa

ai sensi Art.3, c.2. D.lgs. 39/93)

image_pdfimage_print